Taste of Milano 2013.

Taste of Milano 2013.

Taste of Milano…. un grande temporary restaurant, un’imperdibile evento gourmet, un’ineguagliabile viaggio tra i sapori dell’alta cucina. Io voglio definirlo cosi.

Concluso domenica, e ospitato negli spazi del Superstudio Più di Milano, il taste of Milano anche quest’anno non ha deluso le aspettative per il livello, la qualità e la varietà dei piatti presentati e per il ricco programma di appuntamenti proposto: degustazioni, cake design, masterclass, blind  taste, wine & spirit academy, laboratori e showcooking. Quattordici i ristoranti e gli chef che hanno proposto le loro creazioni: Matteo Torretta (Al V Piano), Viviana Varese (Alice ristorante), Enrico Bartolini (Devero ristorante), Roberto Okabe (Finger’s Garden), Andrea Provenzani (Il Liberty), Luigi Taglienti (Il ristorante Trussardi alla Scala), Eros Picco & Tommaso Arrigoni (Innocenti Evasioni), Francesco Germani (La maniera di Carlo), Andrea Aprea (Vun-Park Hyatt Milano), Wicky Priyan (Wicky’s Wicuisine Seafood), Ilario Vinciguerra (Ilario Vinciguerra Reastaurant), Cristiano Tomei (L’imbuto ristorante), Christian & Manuel Costardi (Christian & Manuel ristorante – Hotel Cinzia), Christian Milone (Trattoria Zappatori).

Ma io, il Taste of Milano voglio raccontarvelo da un altro punto di vista, quello dello Chef’s Table of Electrolux, intorno al quale ho avuto il piacere di sedere, avendo vinto il concorso ‘Piatti da Chef’ organizzato da Electrolux. Grande protagonista di questo showcooking è stato lo chef stellato Marco Stabile del ristorante Ora d’Aria di Firenze. Ma andiamo per gradi.
Partiamo dal menù…..sarà lui a svelarci  questo chef.

Chef Marco Stabile del ristorante Ora d'Aria di Firenze.

Chef Marco Stabile del ristorante Ora d’Aria di Firenze.

Apertura con una vellutata di patate in 3 consistenze con caviale di tartufo e olio al rosmarino, seguita da super tartara di carne piemontese con caviale di tartufo nero, continuando poi con un farrotto al Chianti al ragù di finocchiona, pecorino di Pienza e germogli…….buono da lasciar senza fiato!

Vellutata di patate in 3 consistenze con caviale di tartufo e super tartara di carne piemontese. Chef Marco Stabile.

Vellutata di patate in 3 consistenze con caviale di tartufo e super tartara di carne piemontese. Chef Marco Stabile.

Farrotto con chianti e finocchiona, pecorino di Pienza e germogli. Chef Marco Stabile.

Farrotto con chianti e finocchiona, pecorino di Pienza e germogli. Chef Marco Stabile.

Chiusura del pranzo in grande stile con un maialino morbido-croccante con salsa di aglio e lavanda, accompagnato da mele al vino, e, dulcis in fundo, una zuppa inglese di cantucci e Vermut bianco di Prato, il tutto innaffiato da G.H.Mumm Cuvée Rose e Privilege.

Maialino morbido-croccante con salsa di aglio e lavanda, e mele al vino. Chef Marco Stabile.

Maialino morbido-croccante con salsa di aglio e lavanda, e mele al vino. Chef Marco Stabile.

Zuppa inglese di cantucci e Vermut di Prato. Chef Marco Stabile.

Zuppa inglese di cantucci e Vermut di Prato. Chef Marco Stabile.

Che dire, il pranzo è stato un’esplosione di gusto, di passione e di amore.

Un’esplosione di gusto, perchè ogni piatto è stato superlativo, un concentrato di ricercatezza, sapore ed equilibrio. Il tocco sapiente dello chef Stabile è emerso in ogni portata. La sua sopraffina maestria è riuscita ad esaltare la qualità dei singoli ingredienti, amplificandola e valorizzandola in un gioco di sapori, consistenze e sensazioni gustative che definirei sublimi.

Un’esplosione di amore, per la sua terra, la Toscana, e per gli ingredienti. Ingredienti semplici, di ottima qualità, armonizzati alla perfezione. Proprio da questi ultimi nasce l’eccezionalità dei piatti e del menù costruito sulle origini toscane Marco Stabile, capaci di raccontarcelo e di raccontarci la sua cucina. Una cucina attenta alla qualità del prodotto, fortemente legata alla tradizione e finemente rielaborata con le più moderne tecniche esistenti…..un connubio esplosivo appunto!

Un’esplosione di passione, per il cibo e per la cucina. Passione assaporata nei piatti, vista nella preparazione e percepita nella spiegazione. Si, perché Marco Stabile ci ha pacatamente accompagnato in questa degustazione stellata, raccontandoci le origini dei prodotti, le preparazioni dei singoli ingredienti e le motivazioni delle scelte che lo hanno portato alla composizione dei piatti, esprimendo al massimo quel mix di tecnica, sapienza, scienza e passione che lo caratterizza. Il tutto raccontato con estrema affabilità, simpatia e semplicità.

Che dire…..se siete amanti del cibo e vi piace mangiar bene vi consiglio di assaggiare i suoi piatti, fidatevi….. non rimarrete delusi! =)

Un grande grazie a Marco Stabile e ad Electrolux per avermi fatto vivere questa  esperienza stellare….anzi stellata!!!