DSC_0689

Artimino, Villa La Ferdinanda. Ecco l’incantevole sfondo che ha ospitato quest’anno i Salotti del Gusto, kermesse enogastronomica ideata da Raffaella Corsi Bernini per celebrare, far conoscere, e consolidare l’identità delle eccellenze del Made in Italy.
Approdata in terra Toscana e organizzata con il Main Partner Jeep, la rassegna del gusto ha unito anche quest’anno il piacere della buona tavola, alla cultura e alle emozioni, grazie alle importanti eccellenze del panorama enogastronomico italiano presenti il 25 e il 26 aprile sulle colline tra Prato e Firenze.

DSC_0688

L’incantevole e suggestiva Villa La Ferdinanda ad Artimino, meravigliosa dimora medicea del ‘400, ha riunito con classe ed eleganza 100 tavoli degustazione e assaggio, più di 400 etichette nazionali e specialità culinarie provenienti dall’ intera penisola, alcune delle quali sono state protagoniste di 25 salotti/laboratori ospitati negli appartamenti granducali, dove grandi chef e rinomati sommelier li hanno spiegati e valorizzati con audacia e maestria.
Le creazioni di Vito Mollica, chef de Il Palagio Four Season di Firenze, e i Tartufi Savini, sono stati protagonisti di ‘Una Cascata di Diamanti’, salotto culinario dedicato al tartufo.
Creazioni eleganti, ma al contempo decise e di carattere, hanno saputo valorizzare al meglio sia i tartufi Savini, che il pollo Valdarnese di Laura Peri, produzione autoctona di polli allevati a terra. Ad accompagnare i piatti dello chef i vini sapientemente scelti da Alessandra Veronesi, sommelier del ristorante Acanto Principe di Savoia, Milano. Zuppa di Cibreo al Tartufo Nero Savini e verdure primaverili, con un Timorasso de I Carpini, Cautarogni al ragù valdarnese tartufato con un Brunello di Montalcino 2009 de Le Potazzine e per chiudere un Pollo Valdarnese disossato con cipolla e crema di patate al tartufo nero accompagnato da un Montefalco Sagrantino 2009 de Le Cimate, hanno incantato e rapito il nostro palato e i nostri sensi.

‘L’olio extra vergine d’oliva è un ingrediente’, cosi Marco Stabile, chef del ristorante Ora D’Aria di Firenze ha aperto il salotto ‘Il Signore degli oli’, esperienza sensoriale e gustativa su uno degli ingredienti più affascinanti della nostra tradizione culinaria. Accompagnato dagli abbinamenti scelti da Luca Martini, campione del mondo in carica Sommelier AIS, ha spiegato caratteristiche e pregi di questo magnifico ingrediente, valorizzandolo grazie alla combinazione di materie prime accuratamente scelte, lavorate con tecnica e sapienza . L’olio extra vergine di oliva ci è ‘arrivato’ nella sua semplice complessità grazie ad un amaro al cubo accompagnato da un Metodo Classico Brut Rosè delle Cantine Due Palme, seguito da una patata olio e terra servita con un Savù Gaglioppo rosato delle Fattorie I Greco. Per concludere il laboratorio gustativo, un baccalà in olio cottura con crema di ceci al cardamomo e una mantecatura all’olio accompagnati da un Canaiolo IGT de La Gigliola e un Tagliafune Chianti Classico Riserva 2008 di Villa Montepaldi.


Nella due giorni, oltre a Vito Mollica e a Marco Stabile tanti i nomi degli chef che si sono alternati sulle ‘cattedre’ dei laboratori: Silvia Baracchi, Massimo Livan, Beatrice Segon, Daniele Fagiolini, Gilberto Rossi, Stefano Pinciaroli, Deborah Corsi, Carlo Cioni, Maria Probst e Luigi Ferraro, che hanno esaltato tanti e diversi ingredienti, come ad esempio il pesce del La Fattoria del Pesce, il caviale Calvisuius, i formaggi del Caseificio Marovelli, la carne della macelleria Fracassi, o della macelleria e salumeria Marini, la pasta di Pasta Lagano e tantissimi altri ancora, insomma una scelta ampia e variegata delle migliori eccellenze italiane.

I Salotti del Gusto hanno regalato, oltre a prodotti di qualità, anche un’esperienza ‘wild e freedom’ grazie ai test drive che Jeep e la sua flotta di auto hanno messo a disposizione per l’evento: Jeep Wrangler, Cherokee e Grand Cherokee, sono state protagoniste di esperienze di guida emozionanti sulle colline che circondano il borgo di Artimino, ovviamente coordinate da piloti professionisti. Ai visitatori dei salotti è stata offerta la possibilità di immergersi in modo insolito e affascinate nella natura, per scoprire un vigneto appena impiantato, toccare con mano un uliveto o scoprire piccole meraviglie naturali a volte nascoste.

DSC_0673

Anche la versione toscana della kermesse gastronomica è riuscita a coniugare buona tavola, cultura ed emozioni, in modo suggestivo creando un connubio decisamente riuscito.

Tutte le altre informazioni sui Salotti del Gusto potete trovarle sul sito www.salottidelgusto.com, mentre invece tutti i dettagli sulle auto Jeep le trovate sul sito www.jeep-official.it.

Tutta la mia galleria fotografica dell’evento la trovate a questo link.

firma