Oggi voglio raccontarvi di una cena davvero particolare a cui ho avuto l’immenso piacere di partecipare qualche tempo fa ma che non ho ancora avuto modo di raccontarvi.
La location è di quelle da sogno, perfette in ogni dettaglio. Dalla posizione, al minimo particolare della sala.
La location è quella del ristorante Trussardi alla Scala.
Già con il nome ho detto tutto, e infatti oggi non voglio tessere le lodi di questo splendido ristorante, perchè la sua fama la dice già lunga, ma voglio raccontarvi dell’incontro tra il ristorante Trussardi alla Scala e il Sakè.

sakè

Il ristorante è infatti stato scelto come unica vetrina di presentazione in Italia, di alcune delle eccellenze prodotte da 5 aziende giapponesi già titolate su scala internazionale (Dewazakura, Kinmon Akita, Gassan, Saura e Yamatogawa) e partner del Japan Rice and Rice Industry Export Promotion Association, associazione che riunisce 69 realtà imprenditoriali legate al mondo del riso.

Non mi era mai capitato di cenare a base di sakè, ma è stata davvero un’esperienza unica, resa tale dalla perfetta sinergia dei piatti creati dall’Executive chef Roberto Conti, che ha saputo creare un menù ricco di contaminazioni orientali, ma altrettanto equilibrato e coinvolgente. Tutti le portate sono state servite in abbinamento ad uno dei sakè selezionati, che si sposavano perfettamente con l’originalità portata in tavola dalle creazioni dello chef. “Abbiamo scelto dei prodotti molto classici, dal forte imprinting tradizionale e chiaramente distinguibili per il gusto, pur non trascurando sake più contemporanei, come lo Sparkling, o con maturazioni più lunghe” spiega così Luca Cinacchi, Food&Beverage Manager del Cafè e Ristorante Trussardi alla Scala.

Il nostro viaggio culinario nel lontano Giappone è iniziato con un’amouse bouche di tutto rispetto: “Non solo maki”. Alga nori, salsa verde, riso e salmone allo yuzu, in abbinamento ad un SHUAWA Junmai Daiginjo.

maki

A seguire altre tre portate interessantissime, “Il mio Ramen”, un nido di spaghetto di Gragnano tiepido, consommé chiarifcato di gallina, uovo di quaglia pochet, daikon e katzuobuschiabbinato a GinreiGassan Daiginjo Shizuku-Zake; “Come Un asparago alla bismark”, ovvero bamboo arrostito al burro nocciola, mimosa d’uovo, guanciale affumicato e parmigiano servito con un sakè Junmai Ginjo Urakasumi Zen e, dulcis in fundo il mio piatto preferito della serata: “Only Teriyaki”, un  merluzzo nero glassato al teryaki la sua pelle soffiata okra e purea di patate al miso, abbinato a KINMON X3. Un piatto semplicemente fanstastico, fatto di sapori intensi e decisi ma mai troppo aggressivi, che ben si giostravano in un gioco di consistenze altrettanto intrigante.

ramen

bisma

merlu

Anche il dolce è stato un vero ‘colpo di genio’ dello chef: “Tokyo Tiramisud”, cioè un tiramisù classico (o quasi) all’italiana, arricchito da Edamame, capperi origano e mandorla……strepitoso!

tirami

Che dire, una cena che mi ha davvero lasciato senza parole (in senso positivo ovviamente!) e del tutto sorpresa, per aver scoperto la grande gamma e le diverse sfaccettature del sakè, che ad essere onesta non mi aspettavo essere così intrigante!
Se volete scorprirle anche voi, vi consiglio assolutamente di intrarendere questo viaggio gastronomico per le vie del sakè, che grazie alla varietà dei sakè in carta al ristorante Trussardi alla Scala, sarà senza dubbio sensazionale.

In carta potrete trovare:

  • SAKE: SHUAWA Junmai Daiginjo: Realizzato con il metodo della seconda rifermentazione in bottiglia è un superbo esempio di  medium-dry sparkling sake. Prodotto con riso coltivato direttamente in fattoria e lucidato al 45% questo prodotto rientra nella classe top level Junmai Daiginjo. www.yauemon.co.jp
  • SAKE: KINMON YAMABUKI 1995: Aromi di fungo e pesca, gusto pulito e fruttato, ma di grande profondità, un tocco di peperoncino rosso sul finale capace di conferirgli eleganza e complessità: questi i sentori di Yamabuki 1995, sake garanzia di eccellenza. www.kinmon-kosyu.com
  • SAKE: KINMON X3: Speziato, con note che rimandano alla terra, al legno dal gusto nitido e pulito con un finale intenso: X3 dà il suo meglio accompagnando portate a base di pesce, ma nella versione “old” è estremamente versatile.  www.kinmon-kosyu.com
  • SAKE: Tokubetsu Junmai-shu Kiippon Urakasumi: A base di riso raccolto nell’area di  Sasanishiki, questo prodotto, molto profumato e pieno al palato, è perfettamente bilanciato tra alcolicità e acidità. www.urakasumi.com
  • SAKE: Junmai Ginjo Urakasumi Zen: Splendidamente bilanciato per il connubio armonico tra sapore e consistenza cremosa, questo sake fa del finale lungo con un pizzico di melone il suo tratto distintivo. www.urakasumi.com
  • SAKE: Yamadanishiki Junmai Daiginjo Urakasumi: Aroma molto fragrante e intenso di frutta mista come mela e ananas fresco. Una certa complessità e dolcezza al palato e il finale pulito, fanno di questo sake un prodotto molto raffinato. www.urakasumi.com
  • SAKE: Dewazakura Dewa Sansan: Con il suo profumo floreale e il sapore fruttato dolce, “Dewa Sansan” è il prodotto più corretto per i bevitori neofiti di sake che ne apprezzeranno anche la freschezza, l’acidità e il finale rinfrescante. www.dewazakura.co.jp
  • SAKE: GinreiGassan Daiginjo Shizuku-Zake: GinreiGassan Daiginjo Shizuku-Zake è l’invito perfetto per chi vuole accedere al mondo del premium sake fatto di prodotti altamente profumati e eleganti nel sapore. www.gassan-sake.co.jp
  • SAKE: GinreiGassan Honjozo: Ha vinto il Great Value Sake Award all’ Internationational Wine Challenge 2015 questo sake dall’ aroma sottile, semplice da degustare e versatile da abbinare. www.gassan-sake.co.jp

Ristorante Trussardi alla Scala
Piazza della Scala, 5 – Milano
Tel. +39 02 8068 8201
http://www.trussardiallascala.com

BUON APPETITO!

firma