Ricetta del Ramen: un viaggio nei sapori del Giappone

ricetta del ramen

Sapori dal mondo

Qualche giorno fa sul mio canale instagram vi avevo chiesto cosa avreste voluto leggere di nuovo quest’anno sul blog, e in molto mi avete dato tantissimi spunti, che io ho cercato di raccogliere e mettere insieme per creare contenuti che possano interessarvi di più.
Inutile dirlo, ma il tema viaggi è stato quello più gettonato, e anche se era già presente qui sul blog una sezione dedicata ai viaggi, ho deciso di dargli un taglio diverso, concentrandomi principalmente si sul tema travel, ma in particolare sul food-travel. Vi piace l’idea? A me da matti!
Ora vi chiederete cosa c’entri il ramen, anzi, la ricetta del ramen che sto per scrivervi. Semplice.

Viaggiamo insieme tra i sapori del mondo

Giappone e ricetta del ramen, si. Il motivo è semplice: ho  creato una nuova categoria qui sul blog che si chiama ‘ricette dal mondo’, dentro la quale voglio raccogliere ricette provenienti da tutto il mondo, da proporvi una volta al mese. L’idea è semplice. Ogni inizio mese sulla mia pagina facebook vi proporrò tre paesi e vi chiederò qual è il vostro preferito, o meglio, qual è il paese di cui vorreste avere una ricetta tradizionale, in questo modo, mese per mese, viaggeremo alla scoperta dei sapori del mondo.
Visto il mio recente viaggio in Giappone, di cui vi ho abbondantemente parlato qui e qui, ho deciso di iniziare questo viaggio gastronomico proprio dal Paese del Sol Levante, il più bello che io abbia mai visto in vita mia. A discapito del mio nome ‘Robysushi’, la ricetta che ho deciso di proporvi non è quella del sushi, ma bensì la ricetta del ramen.

Nota bene

Prima di iniziare questo tour gastronomico, ci tengo a precisare, che tutte le ricette che troverete in questa sezione, potrebbero non rispecchiare fedelmente le ricette originali, per il semplice motivo, che molte di esse verranno prese leggendo ricette qui su internet, o riviste, o libri etc…,non potendo chiaramente – ahimè- viaggiare in tutti i continenti alla scoperta della ricetta originale! Ci tengo a precisarlo, perché non vorrei arrogarmi il diritto di scrivervi ‘la vera ricetta di….’ questo  o di quello. Anzi, molte delle ricette che pubblicherò le scoprirò insieme a voi….
Allora, siete pronti a partire per questo viaggio? Ecco la ricetta del ramen!

tempo di preparazione:
tempo di cottura:
occorrente:
sacchetti alimentari, un pentolino, due pentole grandi, un colino a maglia fine, un tagliere, un tegame
difficoltà:
paese:  

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

Uova

  • 25 g di salsa di soia
  • 10 g di Sakè (opzionale)
  • 10 g di zucchero grezzo di canna
  • 2 uova

Brodo

  • 2 spicchi di aglio tritato
  • 15 g di radice fresca di zenzero grattato
  • 1400 g di acqua
  • 150 g di pasta di miso
  • sakè
  • olio di sesamo
  • 2 cucchiai di salsa di soia
  • 50 g di porro a pezzi

Per terminare la preparazione:

  • 50 g di funghi shiitake freschi a fette o 20 g di funghi shiitake secchi
  •  150 g di noodles secchi
  • 1 cucchiaio di olio extravergine 1 cucchiaio di olio extravergine
  • 400 g di lonza di  maiale
  • 3 cipollotti freschi
  • pepe nero
  • salsa soia
  • 2 fogli di alga nori
  • 1 cipollotto verde, a rondelle sottili
  • 250 g di germogli di bambù
  • 8 fette di narutomaki
  • olio di sesamo

ricetta del ramen

Consigli prima di iniziare la preparazione:

  • preparate con largo anticipo le uova perchè dovranno marinare nella soia per 10 ore
  • se utilizzate i funghi secchi, metteteli in ammollo in acqua tiepida un paio di ore prima di iniziare la preparazione.
  • Il miso è  un condimento  antico di origine naturale ottenuto dalla fermentazione (lunga fino a due anni) dei semi di soia gialla e di sale marino. A volte si possono aggiungere cereali come orzo e riso.
  • Tutti i prodotti necessari per la preparazione sono reperibili in negozi specializzati in alimenti asiatici oppure on line. Io solitamente li acquisto on line sul sito Sushi-Sushi, sul quale troverete tutti gli ingredienti necessari per la cucina giapponese, tutti gli utensili per prepararla, e che consegna in 24 ore in tutta Italia (anche il pesce già abbattuto!)

PREPARAZIONE:

Uova

  • Mettete in un pentolino le uova, copritele di acqua e fatele cuocere 6 minuti dal momento in cui prenderanno il bollore. Toglietele dal fuoco, raffreddatele, sbucciatele e mettetele in un sacchetto alimentare coprendole con la salsa di soia, lo zucchero e un bicchierino di sakè. Lasciatele marinare in frigo per 10 ore, facendo attenzione che siano ben coperte dalla soia.

Lonza di maiale

  • In un tegame, fate rosolare i tre cipollotti freschi puliti, tagliati a pezzi e privati della parte verde che dovrete lasciare da parte per la decorazione, insieme ad un filo di sesamo. Unite la lonza di maiale precedentemente condita con due cucchiai di soia e pepe nero. Lasciate rosolare su tutti i lati, poi bagnate con acqua calda e lasciate cuocere una ventina di minuti.

Brodo

  • In una pentola grande, unite l’aglio, il porro, lo zenzero tritato, dell’olio di sesamo e il sakè. Lasciate scaldare due minuti a fuoco dolce poi unite l’acqua. Mescolate bene. Quando avrà preso il bollore unite la pasta di miso e fate bollire ancora 20/25 minuti. Filtrate il brodo. Dopo aver filtrato il brodo unite i funghi shiitake lasciate cuocere 10 minuti.

Terminare la preparazione:

  • Cuocete in abbondante acqua i noodles seguendo le istruzioni sulla confezione.
  • Affettate la lonza di maiale.
  • Dividete in due metà le uova
  • Dividete i noodles in 4 ciotoline, ed in ognuna sistemate metà uovo, tre fette di lonza di maiale, qualche fetta di fungo shiitake, qualche pezzetto di cuore di bambù, un pezzo di alga nori e bagnate con il brodo. Terminate guarnendo con la parte verde dei cipollotti tagliata a rondelle ed due fette di narutomaki.

ricetta del ramen

Ah, se ve lo siete perso, ecco il mio tour gastronomico in Giappone. Si vi faccio vedere di me che mangio ‘la qualunque!’.

BUON APPETITO!

La ricetta è stata ideata, realizzata e descritta da me, e fotografata da Bakerstreet studio:-)

ps: se provate una mia ricetta, ricordatevi (se ne avete voglia) di condividere la foto su instagramfacebook o twitter, taggandomi o usando gli hashtag #robysushi e #lericettedirobysushi.