La ricetta della pastiera napoletana, immancabile sulle tavole pasquali

ricetta della pastiera napoletana

Due cose non devono mancare a casa mia per festeggiare la Pasqua: la classica colazione pasquale, usanza tipicamente pasquale, fatta con corallina, uova sode, pizza di Pasqua, capocollo e coratella, e lei, sua maestà la pastiera napoletana. E finalmente, dopo qualche anno di blogging riesco a scrivervi la ricetta della pastiera napoletana.

La ricetta della pastiera napoletana, che vi scriverò di seguito è la preparazione tradizionale che ogni anno viene fatta nella mia famiglia. Ci tengo a precisare questo dettaglio, perchè non essendo di origine partenopea potrebbe esserci qualche piccolo dettaglio diverso, in ingredienti e quantità, dalla ricetta popolare, ma avendo letto molte ricette della pastiera napoletana, posso assicurarvi che questa è praticamente uguale all’originale.

Prima di scrivervi la ricetta della pastiera napoletana, ci tengo a scrivervi un aneddoto che ho scoperto dopo aver preparato la pastiera che vedete in foto (leggendo, capirete il perchè). Ebbene, secondo tradizione, la griglia della pastiera deve essere composta da sette strisce, né una di più, né una di meno. Le strisce che decorano la pastiera, rappresentano, secondo leggenda, la planimetria del centro storico di Napoli. Lo sapevate?!

E adesso, indossate il grembiule, leggete la ricetta della pastiera napoletana che trovate qui sotto e mettetevi ai fornelli per preparare questa delizia.

Se cercate alte ricette di Pasqua le trovate qui.

tempo di preparazione: 60 minuti + 2 ore di riposo
tempo di cottura: 45 minuti
occorrente: mattarello, spianatoia, una ciotola grande, una frusta da cucina, un setaccio a maglia fine, una teglia tonda di 24 cm di diametro, pellicola, un pentolino piccolo, un passa verdure
difficoltà: media
stagione: primavera
tipologia: dolce

INGREDIENTI:

Per la pasta frolla

  • 500 g di farina ‘0’
  • 150 g di burro
  • 250 g di zucchero semolato
  • 3 uova intere
  • un limone biologico

Per la farcia

  • 500 g di ricotta di pecora
  • 500 g di grano cotto
  • 5 uova intere
  • 2 tuorli
  • 100 g di cedro candito
  • 50 g di burro
  • un bicchiere di latte
  • 500 g di zucchero
  • una fialetta di aroma all’arancia
  • un limone biologico

PREPARAZIONE:

Pasta frolla

  • Disponete a fontana la farina e lo zucchero. Rompete all’interno le uova e grattate la scorza del limone. Unite il burro a temperatura ambiente a pezzi e impastate iniziando prima a sbattere le uova con una forchetta e inglobando man mano la farina e gli altri ingredienti. Impastate velocemente fino ad ottenere un composto liscio. Chiudete nella pellicola e lasciate riposare in frigo almeno 2 ore.
  • Se avete una planetaria impastatela con quella.

Farcia

  • Cuocete il grano insieme al burro e al latte. Togliete dal fuoco e passate con il passa verdure.
  • Lavorate la ricotta con lo zucchero fin quando sarà ben liscia. Unite le uova e i tuorli e girate bene. Aggiungete il grano e girate bene.
  • Unite il cedro candito, la scorza del limone grattata, e l’aroma di arancia. Girate bene.
  • Stendete la frolla, e mettetela in una teglia tonda da 24 cm. Bucate con la forchetta il fondo della frolla. Riempite con la farcia.
  • Terminate facendo delle strisce non troppo sottili. Infornate in forno statico a 180 gradi per 45 minuti.
  • Prima di sformarla per posizionarla su un piatto da portata fate trascorrere 24 h.
  • A piacere decorare con lo zucchero a velo

BUON APPETITO!

La ricetta è stata realizzata, descritta e fotografata da me!!! 

ps: se provate una mia ricetta, ricordatevi (se ne avete voglia) di condividere la foto su instagramfacebook o twitter, taggandomi o usando gli hashtag #robysushi , #lericettedirobysushi.